Music Biz

"Michael Jackson pensava di essere immortale"

Anna Matronic, cantante delle Scissor Sisters, torna sulla vita del Re del Pop

Michael Jackson

"Michael Jackson pensava di essere immortale"

"Michael Jackson pensava di essere immortale". Sono passati più di sei anni dalla morte del Re del Pop, scomparso nel giugno del 2009 per un intossicazione da propofol. Ma Jackson continua ad essere un punto di riferimento per chiunque faccia musica ma rappresenta un personaggio controverso per quella che è stata la sua vita lontano dai riflettori. L'ultima riflessione è di Anna Matronic, cantante delle Scissor Sister, che in un'intervista con Bang Showbiz rivela: "C'è un documentario di qualche anno fa e c'è una parte che mi ha letteralmente scioccata. C'è un momento in cui, camminando nella casa di Michael dove c'erano dei sarcofagi, l'intervistatore gli chiede se quello era il modo in cui volesse essere conservato dopo la sua morte. Michael lo guarda come se l'intervistatore fosse un passo, come se non avesse neanche considerato l'idea di morire".

L'infanzia. E per la cantante che non ha mai fatto mistero di aver vissuto un'infanzia difficile, la vita di Jackson è stata segnata proprio dall'infanzia rubata: "Non voglio dire che provo pietà o sono dispiaciuta per lui, ma l'ho sempre visto come una persona a cui è stata negata l'infanzia. Ha dovuto lavorare sin da quando era molto giovane ed il suo incredibile talento lo ha portato subito a comportarsi come un adulto. Ed in qualche modo questo non gli ha mai permesso di esprimere se stesso".

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su