I no di Anna Tatangelo

La star partenopea Anna Tatangelo
Cara, dolce, piccola Anna. La vincitrice “in pectore” (mai termine fu più appropriato) di questa edizione del Festival ha rivelato commoventi dettagli di sé (no, non quelli apparsi ieri nel corso della sua esibizione…). Be’, la giovane Tatangelo, per amore della musica, quella verace, fatta di emozioni e melodia, ha osato dir no al teatro. Rifiutando il ruolo di Lucia nei Promessi Sposi diretti da Michele Guardì. E ha persino detto no alla ghiotta (vista l’audience) fiction televisiva Carabinieri. Dedizione al canto o poca dimestichezza con la recitazione? Brava comunque, meglio star concentrati su una sola cosa. Soprattutto se, come lei stessa ammette, tende a emozionarsi con facilità. Anche ieri sera, prima di esibirsi, la Tatangelo ha confessato di aver ceduto a piccoli gesti scaramantici, come farsi il segno della croce prima di entrare in scena (anche se più che scaramanzia, per i credenti si tratta di devozione). Ultimo dettaglio: Anna è devota di padre Pio, del quale ama portare addosso un’immagine. Dove? La domanda sorge spontanea, vista la mise succinta di ieri..

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su