Music Biz

Sanremo, l'aggiornamento sugli ospiti

...e intanto c'è chi chiede di rinviarlo

Amadeus risponde alle critiche sulla lunga durata di Sanremo 2020

Sono stati annunciati nuovo ospiti per il Festival di Sanremo. Dopo la defezione di Naomi Campbell,  Amadeus ha annunciato che sul palco dell'Ariston saliranno le attrici Luisa Ranieri, interprete della fiction "Lolita Lobosco" e Serena Rossi, reduce dal successo della fiction di Rai Uno "Mina Settembre", nonché Simona Ventura. Si aggiungono a Matilda De Angelis, Elodie, Vittoria Ceretti (che prenderà il posto della Campbell la prima sera) e Barbara Palombelli.

Ieri il Governatore della Liguria Toto ha annunciato  nuove restrizioni per blindare la zona. Gli ha fatto eco il parlamentare Giorgio Mulè (Forza Italia) eletto proprio a Sanremo e portavoce dei gruppi del partito a Camera e Senato. Mulé ha diffuso una nota molto dura: “Quale altra calamità naturale deve arrivare per convincere definitivamente la Rai a rinviare il festival di Sanremo? Con Sanremo circondata dalla zona rossa causa Covid che festival sarà? Chiedo da tempo insieme a Forza Italia di rinviare la manifestazione per rispetto alla città e di chi ne subirebbe l’umiliazione a cominciare dai commercianti. Ora che sarà istituita la zona rossa con la desertificazione totale di Sanremo potrà finalmente fare breccia un po’ di ragione? Me lo auguro ed è quello che tornerò chiedere all’amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini”. 

Gli ha risposto Toti: "Dopo aver letto nelle ultime ore qualsiasi cosa sul Festival tengo a chiarire una cosa: non c’è alcuna incompatibilità tra le misure che abbiamo preso con l’ordinanza nel Ponente ligure e lo svolgimento della manifestazione. Oltre al fatto che non vi è emergenza negli ospedali e la città è interessata solo in minima parte dalla nuova ordinanza, bisogna anche specificare, per chi non sa o fa finta di non ricordarlo, che il Festival si svolgerà come se l’Ariston fosse uno studio televisivo, senza pubblico in sala, con misure di sicurezza e di profilassi approvate dal Comitato Tecnico Scientifico, che prevede il minimo del personale interessato ai lavori e nessuna forma di assembramento o di rischio per la città".

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su