Tutto News

Chico Forti: il Governo italiano chiederà la grazia agli Stati Uniti

Il velista condannato all’ergastolo spera di poter tornare in Italia e ringrazia Di Maio per l’impegno.

Chico Forti: il Governo italiano chiederà la grazia agli Stati Uniti

Credits: Facebook

Oggi si torna a parlare della vicenda di Enrico “Chico” Forti perché ci sono importanti novità: come molti ricorderanno, il velista italiano è stato arrestato nel 1998 per l’omicidio di Dale Pike e condannato all’ergastolo nel 2000. Forti si è sempre dichiarato innocente e afferma di essere stato vittima di un errore giudiziario per colpa del quale potrebbe davvero trascorrere il resto della sua vita in carcere, a Miami

In questi anni tante persone in Italia si sono interessate al suo caso per chiedere una revisione del processo. Attualmente anche i politici se ne stanno interessando e proprio oggi, durante una conferenza su questa vicenda tenuta alla Camera, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro, ha annunciato: “Nei prossimi mesi incontreremo possibilmente il Governatore della Florida e i rappresentanti diplomatici americani per chiedere la grazia – ha detto – è una richiesta da fare subito, in maniera forte, diplomatica e con tutte le nostre risorse”.

In occasione di questa conferenza, Chico Forti ha voluto inviare un messaggio al Ministro degli Esteri Di Maio per ringraziarlo del suo impegno per il suo caso: “Indipendentemente dal risultato che otterrai – ha scritto nel messaggio – un grazie a te, Luigi, per esserti preso a cuore la mia situazione. Tu hai già diritto di richiedere la commutazione di sentenza perché l'Italia è a credito. Abbiamo rilasciato vari cittadini americani inclusi in Italia con sentenze equiparate alla mia. Richieste esaudite in tempi ristretti (...). Perché io non posso ricevere lo stesso trattamento? Ho passato vent'anni in catene per un delitto che non ho commesso”.

Chico Forti ha scritto un “messaggio di rabbia”, come l’ha definito lui stesso, perché questi 20 anni in galera lo hanno trasformato e quel che lui chiede non è misericordia: “Chiedo giustizia – ha sottolineato – una giustizia che mi è stata negata spudoratamente dal paese che si proclama leader dei diritti umani”. Il velista, infine, ha sottolineato la sua gratitudine alle forze politiche italiane soprattutto perché si sono unite per la sua causa, indipendentemente dalle loro ideologie.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Vasco
 
105 HipHop & RnB
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Michael Jackson
 
Zoo Radio
 
105 Story
 
105 2k & More!
 
105 Dance 90
 
105 Trap
 
105 Miami
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Radio Bau & Co
 
105 InDaKlubb
 
Webradio 105 Rap Italia
 
XMas Radio