TUTTO NEWS

6000 euro per un’opera d’arte fatta con gli scarti del McDonald’s

Matthew Griffin ha “creato” un’opera fatta con un cetriolo appeso al soffitto

6000 euro per un’opera d’arte fatta con gli scarti del McDonald’s

Si sa che la maggior parte di quelli che ordinano un panino da McDonald’s, la prima cosa che fanno è aprirlo ed eliminare il cetriolo al suo interno; quasi nessuno infatti lo apprezza. Ma da oggi attenzione a buttarlo perché qualcuno lo ha utilizzato per guadagnare un piccolo gruzzoletto: un artista di nome Matthew Griffin ha creato un’opera d’arte che ha come soggetto proprio il cetriolino scartato di McDonald’s. La scultura raffigura una fetta di cetriolo scaraventata sul soffitto, dove è stata trattenuta dalla salsa dell’hamburger. L’artista australiano ha allestito addirittura una mostra presso la Michael Lett Gallery di Auckland, in Nuova Zelanda. L’opera si chiama Pickle (cetriolino in inglese) ed è in vendita a 6.000 euro. Il direttore della Fine Arts di Sydney che rappresenta Griffin, ha confermato che si tratti di un’opera ironica, in caso ci fossero dubbi: “In generale, non sono gli artisti a decidere se qualcosa è arte o meno, sono loro che fanno e realizzano le cose. Se qualcosa ha valore e significato come opera d’arte è il modo in cui noi collettivamente, come società, scegliamo di usarla o di parlarne. Per quanto questo sembri un cetriolo attaccato al soffitto – e non c’è alcun artificio, è esattamente quello che è – c’è qualcosa nell’incontro con questa scultura o gesto scultoreo”. Anche se sarete tentati, non rifatelo a casa, se non riuscite a vendere il vostro cetriolo a 6k, andrete in perdita a ridare il bianco del soffitto!

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su