tutto news

Violenza sulle donne, arriva il robot per far provare i maltrattamenti agli aggressori

Si tratta di un esperimento che immerge il soggetto in una realtà tridimensionale per "recuperare" i violenti e prevenire altri casi simili

Violenza sulle donne, arriva il robot per far provare i maltrattamenti agli aggressori

(Credits photo: iltirreno.it)

Cosa succederebbe se fossero proprio i colpevoli di molestia verso le donne a provare le stesse sofferenze provocate alle proprie vittime? Per rispondere a questa domanda, l’equipe dal professor Massimo Bergamasco, direttore dell’Istituto di tecnologie della comunicazione, dell’informazione e della percezione della Scuola Sant’Anna di Pisa, ha messo in atto un esperimento da presentare durante il corso di alta formazione su prevenzione e contrasto alla violenza di genere.
 Si parte da quella che viene chiamata “tecnologia degli ambienti virtuali immersivi”. Gaetana Morgante, professoressa di Diritto Penale all’Istituto Dirpolis e ideatrice del progetto insieme al prof. Bergamasco, lo spiega con queste parole a ilfattoquotidiano.it:
“L’idea è quella di far vivere al singolo soggetto la stessa situazione e le stesse emozioni della sua vittima ma in maniera maggiore perché l’ambiente immersivo consente di implementare al massimo le sensazioni provate rispetto alla realtà”.
Come riporta Il Tirreno, il soggetto coinvolto indossa un robot che permette di entrare in contatto con oggetti e persone della realtà virtuale circostante. Il tutto avviene nella cosiddetta X-Cave, ovvero la “caverna” tridimensionale che permette di ricreare le stesse sofferenze inflitte alle donne.
Grazie a degli occhiali 3D, l’uomo si muoverà in un contesto simile al luogo della violenza e avrà a che fare con un aggressore virtuale senza possibilità di fermarlo.
Il soggetto proverà le stesse sensazioni della violenza che ha commesso, con un software che invia le informazioni in tempo reale all’esoscheletro. La tecnologia è stata messa a punto dagli esperti della Scuola Sant’Anna di Pisa, e riesce a simulare schiaffi, cazzotti e inseguimenti.
Lo scopo è recuperare gli uomini che si sono macchiati di violenza e prevenire simili episodi. Come conclude la Morgante: “Il principio è lo stesso di quei tossicodipendenti che di propria spontanea volontà si presentano nelle comunità di recupero per smettere di drogarsi”.

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Elisa
 
105 HipHop & RnB
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Story
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Vasco
 
105 InDaKlubb
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Classics
 
105 Estate
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
Webradio 105 Rap Italia
 
Radio Bau & Co
 
105 Miami
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Dance 90
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 

Playlist tutte