Music Biz

Caparezza: "Faccio venti concerti e mi fermo"

No, non sarà un ritiro dalle scene. Ma l'acufene non gli lascia tregua.

Caparezza: sul sito un'esperienza virtuale per immergersi in "Exuvia"

Caparezza

No, Caparezza  non ha mai parlato di ritiro. Il Resto del Carlino lo ha intervistato alla vigilia della partenza del nuovo tour, quello legato all'album "Exuvia" e il rapper è tornato a raccontare dell'acufene, anticipando di doversi prendere una pausa forzata dall'attività live a causa della malattia che ispirò l'album "Prisoner 709".

L'artista ha spiegato: "Soffrendo di acufene e ipoacusia non posso più fare lunghi giri di concerti come accadeva in passato. In questi sette anni di difficoltà ho incontrato tanti colleghi che m’hanno detto senti questo, fatti vedere da quello, io l’ho fatto ma non è cambiato alcunché. Così ho smesso di cercare cure miracolose per il mio deficit uditivo". E ancora: "D’altronde nella vita tutte le cose belle finiscono col toglierti qualcosa. A me questo fischio continuo ha modificato l’udito. Lì per lì, quando ho scoperto di non poter più ascoltare la musica in cuffia, sono andato in crisi, pensando al mio corpo come a una prigione. Così ho provato di tutto, pillole, iniezioni, psicoterapia, ma alla fine ho capito che dovrò semplicemente tenermelo e magari pensare ad altro, distrarmi".

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su