TUTTO NEWS

Un turista americano rimane incastrato in una vagina di pietra

Per salvarlo ci sono voluti 22 vigili del fuoco

Un turista americano rimane incastrato in una vagina di pietra

da Wikipedia

"Uno studente americano in gita" potrebbe essere l’incipit di una spassosa barzelletta è in effetti lo è, anche se la storia è vera e si tratta di un incidente dai risvolti comici, ma pur sempre un incidente.
É successo lo scorso anno a novembre, un ragazzo di nome Erick Guzman in gita nella cittadina tedesca di Tubinga ha pensato bene di farsi una foto ricordo particolare. Per farla si è incastrato in un’opera d’arte dell’artista peruviano Fernando de la Jara. L’opera si chiama Chacán-Pi è rappresenta i genitali femminili

La notizia è stata riportata dal quotidiano tedesco Schwäbisches Tagblat che specifica che l’intento del ragazzo era quella di fare una bravata infilandosi proprio lì in mezzo. D’altronde la statua si chiama Chacán-Pi che vuol dire proprio fare l’amore e il ragazzo non ha resistito alla tentazione di penetrare la statua con tutto il corpo. “Volevo solo fare una foto divertente!”, si è giustificato Erick. Solo che i 22 vigili che ci sono voluti per tirarlo fuori non erano molto divertiti dalla cosa e la vittima dell’incidente sarà stata piuttosto imbarazzata. Anche il sindaco della città non ha mostrato molto senso dell’umorismo, commentando la vicenda: “anche considerando le fantasie adolescenziali più estreme. Premiare un risultato così magistrale con l’uso di 22 vigili del fuoco mi fa quasi male all’anima”. 

L’opera, posta davanti all’Università  di Tübingen fin dal 2001 aveva già fatto parlare di sé per le sue caratteristiche e scatenava spesso risatine tra i turisti che però forse si sono dimenticati di quanto i genitali siano sempre stati al centro dell’arte classica, basti pensare alle imponenti statue greche dove nulla era lasciato alla fantasia. Certo le dimensioni dell’opera in questione devono essere sembrate un invito troppo goloso per il ragazzo americano che avrà sicuramente imparato la lezione: guardare ma non toccare, figuriamoci penetrare

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su