Che fare se ti innamori del collega d'ufficio?

Un bel problema! O forse no? Se ti innamori di un collega la vita diventa più complicata: ecco come comportarsi

Che fare se ti innamori del collega d'ufficio?

Non lo avresti mai detto invece è successo, proprio a te che sul lavoro sei così ligia e attenta a non avere distrazioni: credevi fosse simpatia, stima, affetto e invece no, ti sei innamorata del tuo collega d’ufficio.

E pensare che aspettavi tanto questo momento, quello in cui il tuo cuore avrebbe iniziato (o ripreso) a battere fortemente per qualcuno e avresti risentito le farfalle nello stomaco come una sedicenne! Ma non era esattamente questa la situazione che sognavi: sguardi indiscreti dei colleghi, il timore di influire negativamente sull’esperienza lavorativa, sono i motivi principali per i quali la situazione ti spaventa. Senza contare che ti era stato esplicitamente detto quando ti era stato affidato il posto: niente relazioni con i colleghi!

Se poi l’uomo che ti ha fatto innamorare porta già una fede al dito, il tutto si complica ulteriormente, ma in tal caso il fatto che sia un collega è il male minore. Il fulcro della questione diventerebbe un’altra. Se lui è sposato il consiglio è sempre quello di lasciar perdere, almeno finché lui non decida di cambiare vita, abbia dunque lasciato moglie e l’abbia dimenticata. Insomma, il più delle volte un’utopia, almeno nel breve periodo.

Se invece l’oggetto dei vostri sogni è single e col cuore libero (non è esattamente la stessa cosa), allora potete iniziare a pensarci. In fin dei conti al cuore non si comanda e se il tuo cuore ti dice che lui potrebbe essere la persona giusta, perché lasciarsela sfuggire? Coltivare il rapporto in modo sano e discreto è il trucco per dare una chance ad un’eventuale storia e non complicare troppo le cose sul lavoro.

Cosa intendiamo per discreto? Non lasciare interferire gli altri colleghi: niente chiacchiere, niente confidenze con la collega, a patto che non sia tua intima e fidatissima amica indipendentemente dal lavoro che condividete.

Quando invece parliamo di rapporto sano, ci riferiamo ad un approccio con il collega che non sia invadente e dunque asfissiante: non stargli addosso in ogni momento; gli sguardi, se contraccambiati, sono già dei grandi punti di partenza. Anche perché un uomo, un uomo vero, quando si rende conto di un interesse da parte di una donna, trova il modo di farsi avanti, se anche lui ricambia.

Altra regola fondamentale: vai piano, molto piano. Se tu sei innamorata, buttarti alla prima occasione tra le sue braccia e cedere alla tentazione, non è la cosa più opportuna. Non con un collega. Se lui fosse il classico tipo da una notte e via, quello che il giorno dopo non ti richiama, pensa all’imbarazzo sul posto di lavoro i giorni seguenti. Questo è un rischio che puoi correre non con una persona con cui ti ritrovi a lavorare fianco a fianco ogni giorno.

Meglio piuttosto coltivare il rapporto con chiacchiere spontanee, i classici caffè, i sorrisi e gli sguardi, con la possibilità che si tramutino in appuntamenti al di fuori dell’ambiente lavorativo. È lì che devi giocartela!

Insomma, alla fine, innamorarsi del proprio collega non è poi una grande tragedia: chissà che invece lui non ricambi e possa nascere una bella storia d’amore. Bisogna solo avere più prudenza di quanto una donna non debba avere fuori dal posto di lavoro!

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Jovanotti
 
105 Trap
 
105 Miami
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Ligabue
 
Zoo Radio
 
105 Classics
 
105 Dance 90
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Hits
 
105 Story
 
105 2k & More!
 
Radio Festival
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Coldplay
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 HipHop & RnB
 

Playlist tutte