Music Biz

I Coldplay sono finiti nel mirino degli ambientalisti

La band di Chris Martin criticata dopo aver annunciato una collaborazione con un'azienda.

Coldplay

Coldplay

Nato qualche anno fa, il termine greenwashing indica le strategie che le aziende mettono in atto per cercare di posizionarsi sul mercato, promuovendo un loro impegno ambientale, ma solo di facciata. I Coldplay sono finiti nell'occhio del ciclone, criticati dagli ambientalisti di Transport & Environment "per essersi fatti usare in modo cinico da un'azienda", in questo caso la Neste, una compagnia petrolifera finlandese, con cui hanno stretto una sponsorizzazione allo scopo di dimezzare le emissioni di anidride carbonica prodotte dal loro prossimo tour, usando i carburanti di origine vegetale prodotti dalla società, accusata in realtà di utilizzare come materia prima olio di palma da piantagioni frutto di deforestazione.

Carlos Calvo Ambel dell'ong Transport & Environment ha spiegato: "Neste sta usando i Coldplay in modo molto cinico per ripulirsi la reputazione, Chris Martin e i suoi fan dovrebbero essere indignati. Non è troppo tardi, la band dovrebbe chiudere la loro partnership con quell'azienda e abbracciare soluzioni davvero sostenibili". Anche la stessa Neste ha cercato di puntualizzare la situazione: "Per la nostra collaborazione con i Coldplay non abbiamo mai usato olio di palma grezzo e stiamo azzerando la quota utilizzata in tutti i processi dell'azienda", ha detto la portavoce Hanna Leijala, senza specificare la percentuale di olio di palma grezzo utilizzata.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su