TUTTO NEWS

Green Pass obbligatorio subito: la linea del governo si fa dura

Una dose per andare al ristorante al chiuso, due per i luoghi affollati

Green Pass obbligatorio subito: la linea del governo si fa dura

Il messaggio è chiaro: bisogna agire in fretta per contrastare la variante Delta e i contagi in salita. Domani ci sarà la cabina di regia e poi il Consiglio dei Ministri che prenderà decisioni importanti riguardo l'obbligatorietà del green pass. Il decreto dovrebbe entrare in vigore già il 26 luglio; Draghi vuole evitare in tutti i modi il coprifuoco e per farlo servono altre limitazioni: probabilmente bisognerà aver ricevuto almeno una dose di vaccino per potersi recare nei ristoranti al chiuso, due dosi se invece si vogliono frequentare luoghi più affollati come stadi, concerti, discoteche all’aperto, ecc. Nessuna limitazione ci sarà per i ristoranti all’aperto.  

L’obiettivo è resistere in bianco fino al 15 di agosto, motivo per cui si stanno ripensando i parametri delle zone; dal momento che ci sono più persone immunizzate che se anche positive non sviluppano la malattia del Covid in forma grave, si terrà conto maggiormente dei posti in terapia intensiva occupati  e non tanto del tasso di positività. Così facendo si andrà in zona gialla se l’occupazione dei reparti ordinari supera il 10 % dei posti letto a disposizione e quella delle terapie intensive va oltre il 5%. Ancora una volta e adesso più che mai, la parola d’ordine rimane: vaccino per tutti. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su