TUTTO NEWS

Con la gamba amputata corre una maratona al giorno per 104 giorni

Jacky Hunt-Broersma è una donna di 46 anni che ha iniziato a correre dopo aver perso la gamba per il cancro

Con la gamba amputata corre una maratona al giorno per 104 giorni

Ha corso quattromila trecento chilometri in totale in pochi mesi e dopo le relative verifiche forse conquisterà il Guinness World Record per il maggior numero di maratone consecutive. Lei si chiama Jacky Hunt-Broersma e ha iniziato a correre dopo che le hanno amputato una gamba a causa di un cancro, correre la fa sentire libera, così ha deciso di tentare l’impresa e di sfidare l’attuale record femminile di maratone che è di 95 giorni.
“Spero che questo ispiri gli altri a uscire dalla loro zona di comfort e provare qualcosa di nuovo e vedere veramente di cosa sei capace – ha scritto sui suoi social – Si può sempre dare di più, non per forza deve essere un’impresa folle. Fammi sapere cosa farai quest’anno per spingerti un po’ oltre”.
Jacky è nata in Sudafrica e ha poi vissuto in Inghilterra e nei Paesi Bassi. Qui nel 2002 le viene diagnosticato il sarcoma di Ewing, un tipo di cancro raro che colpisce le ossa, motivo per cui le hanno amputato la gamba. Dopo un iniziale sconforto, ha deciso di mettersi a correre e lo ha fatto in grande stile. “Correre ha inciso mentalmente ma al contempo ha mostrato quanto può essere forte il mio corpo. Mi ha dato una totale nuova accettazione di chi sono e che posso fare cose difficili, ha detto ancora la donna. Ora che ha raggiunto il suo ambizioso obiettivo, ne ha subito fissato un altro: la Moab, una corsa di 386 km nello Utah. Non ha nessuna intenzione di fermarsi!

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Jacky Hunt-Broersma (@ncrunnerjacky)

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su