TUTTO NEWS

Sex Toys; occhio a metterli in valigia, in alcuni Paesi sono vietati

In alcuni Paesi la pornografia e il sesso sono ancora vietati

Sex Toys; occhio a metterli in valigia, in alcuni Paesi sono vietati

In vacanza è bene portarsi tutto il necessario per trascorrere un bel periodo di ferie, quindi benvenuti i sex toys, ma attenziona qual è la vostra meta, perché in alcuni Paesi non solo non sono visti di buon occhio, ma sono proprio vietati. 

  • In Malesia, ad esempio, è vietato introdurli dall’estero, in quanto “oggetti osceni”; ma potete comodamente acquistarli in negozi specializzati. Se vi beccano in aeroporto con un giocattolino erotico potrebbero punirvi con una multa o addirttura con l’arresto (esagaerati!).
  • Alle Maldive i sex toys vi verranno sequestrati alla dogana, in quanto equiparati a pornografia che è vietata. Forse non la meta ideale per i viaggi di nozze hot, allora. 
  • In Arabia Saudita i sex toys sono vietati, pena il sequestro.
  • In Iran i sex toys sono vietati dalla Sharia, la legge islamica, come i materiali erotici o pornografici. In caso di pornografia omosessuale le sanzioni sono ancora più dure.
  • In Vietnam i sex toys si stanno diffondendo, ma i turisti non possono portarli con sé, altrimenti verranno confiscati.
  • Niente sex toys nemmeno a Dubai, qui si  rischia una denuncia.
  • In Thailandia, famosa per il turismo sessuale, in realtà i sex toys sono proibiti e si rischiano multe fino ai 2000 euro e pene fino a tre anni di carcere.
  • In India i sex toys sono vietati perché considerati oggetti osceni.
  • Infine e a sorpresa, anche in Svizzera è vietato portare alcuni sex toys, come frustini e corde, perché considerati strumenti sadomaso e in questi Paesi il sesso violento viene condannato.

Paese che vai, Sex Toy che (non) trovi. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su