Se sei emotiva, sei più ricca di risorse!

Ecco cosa ci rivela uno studio recente: l'emotività femminile le rende migliori.

Se sei emotiva, sei più ricca di risorse!

Che le donne siano lunatiche è risaputo, ma che questo non sia proprio un difetto è una buona nuova che giunge dagli Stati Uniti. Se, infatti, l’atteggiamento incostante, tipico femminile, è stato il più delle volte associato ad uno stato di instabilità psicologica (o quasi), oggi, grazie alle teorie della psichiatra newyorkese Julie Holland, possiamo iniziare a sovvertire queste convinzioni.

Secondo la dottoressa Holland, in realtà la donna è ricca di risorse che derivano dalla sua stessa emotività, la quale però risulta essere repressa. Da chi e da cosa lo spiega nel libro “Moody Bitches: The Truth About the Drugs You’re Taking, the Sleep You’re Missing, the Sex You’re Not Having, and What’s Really Making You Crazy”. Un titolo tanto lungo quanto originale: “Stronze lunatiche: tutta la verità sui farmaci che prendete, sul sonno che state perdendo, sul sesso che non praticate e su ciò che vi fa davvero diventare pazze”.

Il cervello di una donna è diverso da quello di un uomo

Le considerazioni della psichiatra Newyorkese partono dagli studi di una neuropsichiatra, Louann Brizendine che ritiene che il cervello femminile “funzioni” diversamente rispetto a quello maschile. Ecco che la Holland riflette su tale differenza:

"Il cervello di una donna è diverso da quello di un uomo. È stato evolutivamente configurato per avere una maggior propensione alla comunicazione e al riconoscimento degli stati emotivi altrui, anche per meglio prendersi cura della prole e tutto questo ha radici biologiche, non si basa su un’ideologia pro o anti-femminista”.

Inoltre la psicologa newyorkese mette in evidenza come molte donne siano frustrate da una società che impedisce loro di esprimere la propria emotività:

Ci hanno insegnato a chiedere scusa per le nostre lacrime, a sopprimere la nostra rabbia e a nascondere le nostre paure per non essere chiamate isteriche e per compiacere qualcun altro

E dunque da tale frustrazione la necessità di ricorrere agli psicofarmaci. Negli USA si tratta del 25% delle donne mentre gli uomini sono meno del 15%. Eppure, spiega la Holland, li sperimentano sugli uomini e li vendono alle donne.

“L’uso inappropriato di questi medicinali non solo reprime un aspetto fondamentale dell’essere donna, ma può anche avere conseguenze negative sulla salute. Alcuni antidepressivi, ad esempio, possono provocare apatia, interferire con la vita sessuale, inibire la creatività e intorpidire i sentimenti fino anche ad ostacolare un eventuale innamoramento.

Chissà, forse se ogni donna avesse la possibilità di esprimere a pieno le proprie emozioni, senza vergogne ne timori derivanti dalle pressioni esterne, probabilmente sarebbe più felice, più serena e la sua emotività, proprio per una predisposizione tipica femminile, diverrebbe davvero una grande risorsa!

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

Zoo Radio
 
105 2k & More!
 
Radio Bau & Co
 
105 InDaKlubb
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 Trap
 
105 Story
 
Radio Festival
 
105 HipHop & RnB
 
Webradio 105 Rap Italia
 
105 Hits
 
105 Classics
 
105 Dance 90
 

Playlist tutte