105 InDaKlubb

Tujamo a 105 InDaKlubb: "L'amore per la musica house? Merito del mio vicino di casa..."

Il Dj e produttore tedesco si è raccontato ad Andrea Belli e Max Bondino: dagli inizi alla consolle fino all'ultimo singolo, "Body Language".


A 105 InDaKlubb c'era Tujamo! Il Dj e produttore tedesco, da anni stabilmente nella Top 100 di Dj Mag, si è fatto conoscere nel 2012 quando, insieme a Plastik Funk e Sneakbo, produsse il singolo Dr. Who!. Da lì, la sua carriera è stata in costante ascesa, tanto da arrivare a collaborare con nomi del calibro di Steve Aoki e Chris Lake e a remixare le hit di Bob Sinclar, Wynter Gordon, Peter Gelderblom, DubVision e altri grandi colleghi. 

Ospite di Andrea Belli e Max Bondino, Tujamo si è raccontato, dal primo approccio alla consolle a soli 17 anni fino ad arrivare al presente e alla nuova musica appena sfornata. Il suo progetto è nato in collaborazione con il migliore amico. È stato con lui che ha trovato il suo originale nome d'arte, partorito dal desiderio di essere riconoscibile, anche nelle ricerche Web ("Tu" sta per "two", due, mentre "Jamo" è la fusione delle iniziali dei loro nomi e cognomi).

La passione per la musica House è arrivata in maniera molto particolare. All'inizio era un po' più attratto dal hip-hop e dal rock. Galeotti furono gli ascolti del suo vicino di casa, un Dj molto attivo sui palchi degli school party: "Lasciava sempre la sua finestra aperta e ascoltava musica house classica. Il mio primo vinile era di musica hip-hop tedesca, il secondo era già un disco house. Un inizio lento. Ho sempre cercato di immaginare come si producevano le canzoni. Sapevo che bastava solo un computer. Io ne avevo uno, così ho detto 'scarichiamo qualcosa di free e proviamoci'".

Cosa deve avere, chiede Max Bondino, un pezzo per spaccare e farti svoltare? "È veramente importante cercare di fare qualcosa di unico - spiega Tujamo - Molti ragazzi cercano di seguire lo stile di altri Dj (cita Hardwell), ma così rimarranno sempre nell'ombra. Fortunatamente ho trovato qualcosa che non esisteva prima. Funzionava sia nei piccoli club, sia sui palchi dei grandi festival. È stato qualcosa che mi ha aiutato molto".

E, a proposito di produzioni originali, il Dj tedesco ha cambiato decisamente sound con il nuovo singolo Body Language, abbandonando le sonorità potenti da club e avvicinandosi a quelle più commerciali: "Come produttore a volte diventa un po' noioso fare sempre le stesse cose. Ho deciso che era tempo di fare qualcosa di nuovo in studio", rivela. 

Piccoli club o grandi festival: in quali situazioni preferisce esibirsi Tujamo? "Nei club super intimi, in cui suoni davanti a mille persone, puoi vedere le reazioni, le facce, ed è molto bello. Se suoni nei grandi festival, davanti 40mila persone, il pubblico è molto lontano, ma è fantastico perché puoi abbassare il volume e sentire tutti che cantano le tue canzoni. Mi piacciono entrambe le situazioni", confessa a Max Bondino. 

A conferma di questa dichiarazioni, l'estate 2018 vedrà Tujamo impegnato su entrambi i fronti, ma il più importante evento a cui prenderà parte è sicuramente il Tomorrowland 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 Hits
 
105 Dance 90
 
105 Trap
 
105 HipHop & RnB
 
105 Story
 
MUSIC STAR Elisa
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Vasco
 
Radio Bau & Co
 
Webradio 105 Rap Italia
 
Zoo Radio
 
105 InDaKlubb
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Ligabue
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Coldplay
 
MUSIC STAR Jovanotti
 

Playlist tutte