Video

Sandro Piccinini: “Il più forte di tutti? Maradona, era tutto talento”

In diretta con Gli Autogol a Europei Everyday c’era il popolare giornalista, conduttore Tv e telecronista sportivo. Ecco il video..

Piccinini

Classe 1958, Sandro Piccinini, figlio di Alberto Piccinini, giocatore della Juve, del Milan, della Roma e della Nazionale nel dopoguerra , è senza dubbio un personaggio simbolo del giornalismo sportivo e dell’intrattenimento televisivo italiani. Giornalista, conduttore Tv, scrittore, telecronista e persino attore (nel 2008 appare nel ruolo di se stesso nel fil “L’allenatore nel pallone 2”), è uno dei volti e delle voci più amati e più popolari del piccolo schermo, e in particolare delle reti Mediaset.

Lo hanno incontrato in diretta su Radio 105 Gli Autogol, al timone dell’appuntamento quotidiano con “Europei Everyday”, per una panoramica sugli Europei: “Tra la Spagna e la Croazia”, ha detto a proposito degli Ottavi di finale, “era meglio la Croazia perché ha dei momenti nella fase difensiva un po’ così. Anche la Spagna non è imbattibile, però ha più qualità..”.

“La partita più bella che io abbia mai commentato”, ha ammesso Piccinini in diretta su Radio 105, “a livello di emozione è la finale del ’99 Bayern Monaco – Manchester con la rimonta del Manchester gli ultimi due minuti”. Invece, il giocatore più forte “che ho commentato - continua - è Maradona, non ho dubbi, anche se io sono fan di Messi. Ci sono i geni del calcio, che sono Messi, Maradona, Di Stéfano, Pelé, van Basten e Cruijff, e qui siamo su livelli astronomici. Tra questi però Maradona aveva più fascino perché anche dal punto fisico era meno dotato, era quello che si allenava di meno, quindi era tutto talento”.

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su