Hai perso "105 Start-up!"? Riascolta la storia di Serena Luglio founder di Swapush

105 Start-up!

Hai perso "105 Start-up!"? Riascolta la storia di Serena Luglio founder di Swapush

Serena Luglio ci ha raccontato che la sua Swapush è nata nel 2015 dal punto di vista formale ma che il seme dell’idea risale addirittura a quando era bambina e si divertiva a barattare con i compagni di classe penne e altri piccoli oggetti. Nel 2000, partecipa ad un baratto organizzato da un’associazione studentesca di Varese, e ne rimane folgorata! Decide di replicare l’esperienza a Milano organizzando swap party prima per poche persone e poi per un pubblico sempre più ampio tanto che si rende necessario creare un punto di accesso online.

Il progetto Swapush da pagina Facebook nata per comunicare in maniera più veloce e sapere dove e quando ci sarebbero stati i prossimi swap party, diventa un progetto molto più ampio e un’APP che mette in collegamento utenti che vogliono scambiare oggetti (in questo momento soprattutto moda sostenibile).

Nel 2017, da un'iniziativa nata dalla passione di Serena, Swapush si allarga tanto che oggi il team è composto da sviluppatori, marketing e social media manager. Da Febbraio 2020, Swapush è entrata a far parte del Team Le Village di Milano, l’hub dell’innovazione del gruppo Crédit Agricole in Italia, un ecosistema a sostegno del business e dell’innovazione del territorio.

Vi è venuta voglia di partecipare?

Per farlo basta fotografare gli oggetti che volete scambiare, caricarli sull’app e assegnarli in valore in “pillole”, una sorta di moneta virtuale di Swapush. Gli oggetti poi vengono scambiati dai partecipanti o in modo sincrono (oggetto contro oggetto) o asincrono (oggetto contro pillole).

Durante gli incontri fisici - swap party - invece le persone portano i loro oggetti che vengono valutati in pillole e durante la serata i partecipanti possono prendere tutto quello che vogliono "pagando" con le pillole precedentemente accumulate.

“Con il covid” - ci ha raccontato Serena fuori onda “abbiamo rivisto il nostro modello e abbiamo ideato una piattaforma per lo swap online. Lo swap online funzionerà allo stesso modo: il 20 novembre abbiamo aperto la piattaforma. Le persone avranno tempo fino a domenica 29 novembre alle 15 per caricare i proprio oggetti, assegnando un valore in pillole che confluiranno nel portafoglio utente. Da backoffice noi vigileremo sui valori assegnati in modo che siano omogenei. Alle 15 aprirà lo swap e gli utenti potranno "comprare" in pillole gli oggetti preferiti. A fine evento ritroveranno la lista degli oggetti scambiati, sia da ricevere che consegnare. Potranno poi convertire le pillole rimanenti sull'app.”

Tutte le info sul progetto e APP su:

Podcast

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su