Hai perso "105 Start-up"? Riascolta la storia di Pietro Cimenti Co-Founder di Glac-Up!

105 Start-up!

Hai perso "105 Start-up"? Riascolta la storia di Pietro Cimenti Co-Founder di Glac-Up!

I ghiacciai alpini sono vittime del cambiamento climatico: si prevede una riduzione di volume fino all'89% entro la fine di questo secolo. Tutti noi dobbiamo adottare comportamenti più responsabili, ogni giorno…

La start up che vi presentiamo oggi è partita da qui e dalla determinazione e idee di un gruppo di ventitreenni con un sogno: “Noi di Glac-UP abbiamo un sogno: che i nostri nipoti possano ammirare la bellezza di questi ghiacciai”.

Glac-Up è la prima realtà al mondo che permette di adottare un ghiacciaio per “salvarlo”!

Per tutelarne la bellezza drammaticamente a rischio, i 4 founder, Giovanni Cartapani, Gabriele Doppiu, Sara Signorelli e Pietro Cimenti, tutti classe ’98 e studenti in Bocconi nel corso di laurea in Economics and Management of Innovation and Technology, hanno elaborato a favore dei ghiacciai alpini che tanto amano un vero e proprio sistema: il “Sistema Glac-UP”.

L’obiettivo? Realizzare mirate azioni di sensibilizzazione e concretizzare progetti ad alto impatto ambientale, economico e sociale studiati ad hoc per i singoli ghiacciai, con il coinvolgimento di più attori.

Nel dettaglio: Glac-UP sensibilizza il mondo con più strumenti di comunicazione sull’importanza di ridurre le emissioni di CO2 e di altri gas responsabili del cambiamento climatico che causa lo scioglimento così rapido dei ghiacciai; elabora nuovi progetti, o ne promuove di già esistenti, tutti mirati alla salvaguardia e alla valorizzazione delle diverse località di montagna secondo le loro specifiche esigenze: progetti che spaziano dal supportare attività di protezione, a quelle di clean-up (pulizia e raccolta rifiuti in alta montagna) e di ricerca.

L'innovazione del Sistema Glac-UP risiede nel coinvolgimento di tutti gli attori necessari alla buona riuscita del progetto: persone, aziende, enti pubblici e privati, studiosi ed esperti, comunità locali. In particolare, Glac-UP offre la possibilità di adottare una porzione del ghiacciaio in oggetto a persone, aziende ed enti che desiderano essere in prima linea nella difesa dei ghiacciai. Chi adotta un ghiacciaio fornisce le risorse economiche necessarie per la realizzazione delle iniziative promosse.

“Il nostro primo progetto si occupa del ghiacciaio del Presena, nel comprensorio Pontedilegno-Tonale. È un ghiacciaio su cui si pratica sci invernale e su cui, dall’estate del 2008 è messa in campo un’attività di protezione attiva del ghiacciaio tramite l’utilizzo di teloni bianchi. Questa pratica è volta a mitigare gli effetti del cambiamento climatico sul ghiacciaio, rallentarne lo scioglimento e permettere a tutti noi di viverlo più a lungo. Con Glac-UP da oggi tutti possono prendere parte a questa attività, senza la quale già adesso il ghiacciaio Presena non ci sarebbe più!”

In cantiere tanti progetti di sensibilizzazione ed anche di partecipazione attiva come quello di pulizia estiva dei ghiacciai da parte dei privati e aziende.

Per informazioni e collaborazioni: Glacup.com

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su