Video intervista

Carl Brave x Franco 126 a 105 Mi Casa: "Il successo? Ci sentiamo ancora nella cantina in cui abbiamo iniziato"

Il loro "Polaroid" è stato descritto come uno degli album italiani dell'anno: Max Brigante ha deciso di conoscere meglio i due rapper on air.


Carl Brave x Franco 126 sono stati ospiti di Max Brigante a 105 Mi Casa. La coppia di rapper è una delle rivelazioni della musica italiana dell'ultimo anno, artisti che sono spuntati, come successo a molti altri di recente, nel prolifico sottobosco da cui sono arrivati anche altri nomi come Coez. E come quest'ultimo i due sono cresciuti in quella Roma che continua a sfornare talenti à gogo.

Molti sostengono che il loro "Polaroid" (pubblicato inizialmente in sole 500 copie) sia il disco del 2017, ennesimo album che, partendo dal basso, compie la scalata. Ora, è arrivata la nuova versione di quel lavoro, "Polaroid 2.0", che mette insieme tutte le tracce del precedente disco e i singoli pubblicati negli ultimi mesi (e include una raccolta di vere polaroid). Tra la versione 1.0 e 2.0, Carlo e Federico, questi i loro veri nomi, hanno fatto dei veri e propri bagni di folla impressionanti ai loro concerti, passando da show davanti a 10 persone a pienoni in locali come l'Alcatraz di Milano e l'Atlantico di Roma.

Il duo ci ha raccontato com'è stato passare in solo una anno dalla cantina, quella in cui tanti muovono i primi passi, alle folle oceaniche: "In realtà siamo ancora in quella cantina, anzi, in quella soffitta", hanno detto umilmente. I loro pezzi sono gradualmente evoluti: "C'è sempre leggerezza e spensieratezza nelle nostre canzoni, ma ora ci sono più accortezze e più studio. Le prime cose sono venute molto spontanee. Un po' alla volta uno affina il proprio stile e capisce come riproporre la propria cosa". 

Quello che colpisce della loro cifra stilistica sono il suono e la scrittura, una scrittura "per immagini" che l'oggetto polaroid fa capire bene. Uno stile che li accompagna fin dall'inizio: "Era nelle nostre corde - hanno spiegato -. Studiando e facendo musica abbiamo valorizzato le cose che funzionano più, una è proprio la scrittura. Ci piace più descrivere le cose in modo scollegato, ci appartiene di più". Anche se, nascosta da qualche parte, hanno ammesso di avere qualche pezzo che parla di un unico soggetto dall'inizio alla fine, come i grandi cantautori italiani del passato. 

La prima polaroid che li ha fatti letteralmente prendere il volo è "Solo guai", canzone che parla di Roma d'estate, città che negli ultimi anni ha visto un risveglio dei cantautori: "In generale a Roma è risorto proprio il cantautorato. Ci sembra che tutta la scena sia molto carica. Ci sono Coez, Calcutta, Giorgio Poi, i Thegiornalisti e molta altra gente che spacca. Testualmente lo stile è simile al nostro, siamo tutti parenti se vogliamo. C'è questa scrittura per immagini, poi ognuno ha la sua cosa particolare. Noi abbiamo una scrittura più fitta perché siamo rapper". 

La canzone più famosa, invece? "'Pellaria', rimane la più cantata ai concerti". Carl Brave e Franco126 sono romanisti doc, dettaglio che può creare qualche problema nella Capitale: "Roma ha una forte identità, noi non prendiamo una vera e propria posizione. Però quando si parla di calcio si parla della Roma. Senza esprimere giudizi", hanno spiegato quasi in coro.

Il futuro? L'estate 2018 li vedrà tornare sul palco, poi si dedicheranno ai rispettivi dischi individuali. Il prossimo anno invece arriverà probabilmente il nuovo album in coppia. Nel frattempo, continueranno ad uscire singoli: "È proprio il nostro modo di lavorare, ne abbiamo bisogno". 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

MUSIC STAR Jovanotti
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
105 Miami
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 HipHop & RnB
 
105 Classics
 
105 Hits
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Prince
 
105 Story
 
Webradio 105 Rap Italia
 
Radio Bau & Co
 
Zoo Radio
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 InDaKlubb
 
105 Dance 90
 

Podcast tutti

Playlist tutte