105 Night Express

Valeria Solarino e Vinicio Marchioni presentano "Quanto basta": "Parliamo di diversità senza filtri"

La coppia di attori torna al cinema con un film che racconta la nascita di un'amicizia tra uno chef stellato turbolento e un ragazzo con la sindrome di Asperger appassionato di cucina.


Valeria Solarino e Vinicio Marchioni sono stati ospiti di Dario Spada a 105 Night Express per presentare "Quanto basta", nuovo film diretto da Francesco Falaschi, nei cinema dal 5 aprile. I due attori interpretano rispettivamente Anna, un'assistente sociale che lavora in un centro per ragazzi con disturbi del neurosviluppo, e Arturo, famoso cuoco con alle spalle alcuni problemi con la legge a causa della sua incapacità nel controllare l'aggressività.

Il talentuoso chef è finito dentro per rissa. Quando esce dal carcere viene affidato ai servizi sociali nel centro in cui lavora Anna con il compito di insegnare a cucinare ai ragazzi della comunità. Qui conosce anche Guido, un ragazzo con la sindrome di Asperger e una grande passione per la cucina. Arturo ci metterà poco a riprendere le cattive abitudini, ma l'improbabile amicizia con Guido lo aiuterà a cambiare vita.

Guido, interpretato da Luigi Fedele, "è un mostro, un fenomeno della cucina. Ha un talento incredibile, riconosce qualsiasi tipo di gusto, di ingrediente", spiega Marchioni. "Arturo è un tipo cinico, disilluso, che sta cercando di ricostruirsi. Non ha certezze. E incontra questo tizio che, fondamentalmente, gli rompe le palle". Il linguaggio utilizzato dall'attore non è casuale ma fa intuire il registro del film: "La cosa molto divertente di questo film è che non ha nessun tipo di filtro, di retorica. In Italia siamo sempre bravi a fare quelli bravi e buoni. Invece se a uno gli rode, gli rode". 

Proprio nel momento in cui lo chef sta pensando di mollare i ragazzi, Guido si iscrive ad un contest gastronomico e Arturo è costretto ad accompagnarlo come tutor. Il percorso intrapreso dalla coppia porterà il cuoco a cambiare: "C'è un ribaltamento completo, Arturo si rende conto che quello che ha più necessità di essere aiutato in realtà è lui", spiega Marchioni. 

Per "Quanto basta" i due attori hanno lavorato con dei ragazzi con la sindrome di Asperger, uscendone arricchiti. "Abbiamo avuto la fortuna di lavorare davvero con dei ragazzi di questo centro e con un'assistente sociale che li accompagnava ogni giorno - spiega la Solarino - Ci raccontava il suo percorso, la sua vita, la sua relazione con loro. Sono dei ragazzi che, a grandi linee, hanno solo delle difficoltà a relazionarsi, a manifestare i sentimenti, ad accoglierli. È una forma di autismo lieve anche se non ha niente a che vedere con la capacità di apprendimento e l'intelligenza". 

"È stato divertentissimo - rivela Marchioni - Mi sono reso conto che abbiamo tutti quanti la sindrome di Asperger. Noi 'normali' abbiamo trovato un equilibrio, un'educazione e tutta una serie di cose che ci danno la possibilità di sopravvivere nella giungla del mondo esterno. Loro invece no, se ne fregano, e da una parte sono meravigliosi. E quando stai con loro per un po', ti rendi conto veramente che quello più scemo di tutti sei tu con i tuoi filtri. Loro invece vanno dritti".

Durante questo discorso., l'attore dà anche un buonissimo motivo per vedere il film "Il film dimostra che nel relazionarsi con delle persone 'diverse' chi ne esce con un arricchimento in più siamo noi, non loro". 

In evidenza

VIDEO

WEB RADIO

105 HipHop & RnB
 
105 Classics
 
MUSIC STAR Jovanotti
 
MUSIC STAR Prince
 
Zoo Radio
 
105 Dance 90
 
105 InDaKlubb
 
105 Hits
 
105 Story
 
Radio Bau & Co
 
MUSIC STAR Tiziano Ferro
 
MUSIC STAR Elisa
 
MUSIC STAR Ligabue
 
MUSIC STAR Vasco
 
MUSIC STAR Coldplay
 
105 2k & More!
 
MUSIC STAR Zucchero
 
MUSIC STAR Pino Daniele
 
105 Miami
 
Webradio 105 Rap Italia
 

Podcast tutti

Playlist tutte