Hai perso "105 Start-up!"? Riascolta la storia di Lucia Martinelli, founder di “Musica nell’aria”

105 Start-up!

Hai perso "105 Start-up!"? Riascolta la storia di Lucia Martinelli, founder di “Musica nell’aria”

L’idea che ha portato alla nascita di “Musica nell’aria” è riassunta nelle parole di Lucia Martinelli, founder del progetto: “Insieme alla musica voglio uscire dai teatri e dai soliti stereotipi perché è un bene globale e una bellezza che appartiene a tutti.”

Fin da piccola la musica è stata parte integrante della vita di Lucia, tanto da farne un lavoro vero e proprio, oltre che un’immensa passione che traspare anche dalla sua voce, in radio, mentre ci racconta dei suoi progetti…

Dopo il diploma in pianoforte al Conservatorio, Lucia ha impartito lezioni di piano in varie scuole con un sistema di insegnamento che potesse essere uno stimolo per un miglioramento anche interiore degli alunni. Tutto ciò l’ha spinta via via anche a portare la musica in luoghi “atipici”: parchi, carceri, comunità, monasteri, scuole pubbliche, case di riposo, centri di accoglienza, discoteche!

La mia missione è sempre stata e sarà quella di condividere e far conoscere la musica nella sua essenza più profonda ad un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo, in quanto sono convinta che la stessa sia un bene condivisibile: non ha confini, non fa distinzioni sociali e ci rende tutti uguali.” racconta Lucia sul sito www.musicanellaria.it.

Da questo pensiero – condiviso da tante persone che Lucia è riuscita a “connettere” - sono nate iniziative come i concerti all’aperto in Piazza del Cannone all’interno del Parco Sempione, quelli organizzati da Mare Culturale Urbano in una vecchia mangiatoia ristrutturata in zona S.Siro, quelli al Tempio del futuro perduto, (un centro culturale più abituato alla musica tecno che ad altri generi), quelli all’alba al Parco Nord.

E dato che nulla può fermare l’arte, la musica… e la “missione” di Lucia, durante i lunghi mesi di restrizioni legate all’emergenza sanitaria, è nato anche l'idea di un “delivery della musica classica” per resistere al lockdown: “Musica sui pianerottoli”.

Già durante la scorsa estate Lucia e il suo gruppo di amici musicisti erano riusciti a riprendere i concerti al Parco Nord, con programmi alle 6.30 del mattino (una sfida nella sfida proporre un orario così “atipico”!) ai quale assistevano anche medici e infermieri prima di andare nei vicini ospedali. L’idea di portare la musica sul pianerottolo di casa è nata con l’ultimo lockdown prendendo spunto dal “teatro delivery”. Il progetto ha avuto subito enorme successo e non si è fermato nemmeno dopo le riaperture, e ora il servizio è richiesto da persone da tantissime città d’Italia.

Chi è interessato può indicare uno strumento e un genere sapendo che in ogni programma (ca. 20 minuti) entrano anche uno o due brani di musica classica. In cambio, una piccola donazione come rimborso spese.

Musica dal vivo direttamente a casa quindi, concerti realizzati in sicurezza (distanziamento, ecc) e anche in orari che non recano disturbi ai vicini. Spesso a chiamare Lucia sono mariti, mogli, nipoti che vogliono fare una sorpresa ai propri cari. Lucia arriva con 1-2 musicisti il giorno e all’ora concordata, allestisce il pianerottolo come fosse un piccolo palco teatrale e appena si apre la porta di casa… comincia il concerto! Con la bella stagione, il servizio si è spostato anche su terrazzi e anche giardini condominiali.

Se vi è venuta voglia di richiedere la "Musica sui pianerottoli" basta andare sulla pagina Facebook Musica nell’aria o direttamente sul sito www.musicanellaria.it dove sono presenti molte informazioni per la realizzazione dei “regali musicali”.

E se siete a Milano, domenica puntate la sveglia molto presto e non perdete l’occasione di conoscere Lucia e ascoltare i musicisti che coinvolge nei concerti alle 6.30 del mattino, al sorgere del sole, Parco Nord! Qui il programma.

Podcast

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su