Hai perso "105 Start-up!"? Riascolta la storia di Giulia Tei, Marketing Team Lead di Foodracers

105 START-UP!

Hai perso "105 Start-up!"? Riascolta la storia di Giulia Tei, Marketing Team Lead di Foodracers

Foodracers è la prima startup italiana di food delivery che porta il servizio in tutte le cittadine italiane e i capoluoghi di provincia, spesso trascurati, diventando così un punto di riferimento a livello territoriale. Nata a Treviso nel 2015 da un’idea di Andrea Carturan, Founder della startup, Foodracers è una startup che mette in contatto ristoranti e racers autonomi e che, ad oggi, è presente con il suo servizio in 56 comuni italiani.

La nuova app sviluppata in white label dalla startup trevigiana infatti, elimina il vincolo di collegamento ad un indirizzo e a delle coordinate specifici permettendo così ad ogni luogo di diventare un ristorante e ad ognuno di ordinare in qualsiasi situazione: dal mare all’ombrellone in spiaggia, fino ad arrivare in mezzo a un prato per un pic-nic o ad un qualsiasi evento. Grazie alle nuove funzionalità sviluppate l’esperienza di delivery diventa a tutti gli effetti seamless e cashless.

Foodracers conferma così la missione di portare il servizio in tutti quei luoghi che le grandi realtà del settore non coprono, fornendo a partire da oggi un’esperienza completa e personalizzabile in base all’ambiente e alle necessità, capace di favorire le esigenze in continua evoluzione della ristorazione e dei clienti.

 

Qual è stato il posto più strano dove vi è capitato di portare del cibo?

 

“Quest’estate è nata una collaborazione con gli organizzatori del Water World Music Festival, che hanno scelto come delivery partner per l’evento, proprio Foodracers” – racconta Giulia Tei, Marketing Team Lead della startup – “Questa è stata un’ottima occasione per testare la nuova app sviluppata: abbiamo fatto arrivare sul posto food&drink tramite delle moto d’acqua; logisticamente non è stato semplice, ma da subito abbiamo lavorato con gli organizzatori per far si di rendere l’esperienza quanto più possibile fluida per gli utenti, nonostante le difficoltà in acqua”.

 

Come si fa a diventare partner di Foodracers?

 

Basta andare sul sito della piattaforma e cliccare “Diventa Partner”. Una volta affiliato il tuo locale, i tuoi clienti potranno ordinare i loro prodotti preferiti tramite il sito o l’app di Foodracers e tu riceverai gli ordini comodamente tramite tablet. Il servizio di consegna è effettuato da una rete di racers autonomi. Puoi anche scegliere di offrire il servizio Prenota e Ritira per i tuoi clienti, in questo modo penserà a tutto lo staff di Foodracers, così potrai dedicarti alla tua attività senza pensieri. Inoltre, avrai la possibilità di promuovere il tuo business attraverso i nostri canali di marketing, fidelizzare i tuoi clienti e far conoscere le tue specialità alle migliaia di utenti registrati.

Come si fa a diventare un Racer?

 

Per diventare Racer ci vogliono davvero pochi minuti: non dovrai far alto che andare sul sito di Foodracers e inviare la tua candidatura. Per fare parte della piattaforma inoltre, ti bastano uno smartphone (Android o iPhone), un mezzo di trasporto (auto, scooter o bici) e uno zaino termico che ti consenta di consegnare al meglio il cibo (Puoi acquistarne uno da Foodracers in modo semplice, veloce ed economico). In seguito non devi fare altro che prendere in carico l’ordine, andarlo a ritirare e consegnarlo nei tempi prestabiliti. L’intero importo della consegna e le mance che riceverai per ogni ordine sono tutte tue, Foodracers infatti, non trattiene nemmeno un centesimo. Pensa inoltre che potrai programmare la tua attività in modo autonomo sulla base delle tue necessità, senza alcun vincolo di orario, guadagnando per ogni consegna completata

Se ti è piaciuta quest’innovativa startup, scarica l’app su Apple Store o Play Store o visita il sito foodracers.com

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su