Hai perso "105 Start-up!"? Riascolta la storia di Francesco Magro, CEO & Founder di Winelivery

105 START-UP!

Hai perso "105 Start-up!"? Riascolta la storia di Francesco Magro, CEO & Founder di Winelivery

 

Quante volte ci è successo di rimanere a casa senza nulla da bere? Dal 2016 non accade più grazie a Winelivery, l’app per bere facile, comoda, veloce e conveniente!

Potrebbe sembrare “il solito delivery”; in realtà Winelivery si differenzia sia per la sua “specializzazione” sulla consegna, a domicilio, di bevande alcoliche (vino, birra, superalcolici, cocktail e anche ghiaccio), sia per le impeccabili consegne express: bottiglie e cocktail vengono consegnati in meno di 30 min e alla giusta temperatura! 

Winelivery è il giusto alleato per tutte le occasioni: se ti invitano a cena e vuoi far arrivare un vino direttamente da chi ti ha invitato; se stai organizzando una serata e vuoi far arrivare l’aperitivo, il vino e persino qualche snack da sgranocchiare…o ancora se vuoi mandare un regalo lastminute, in una confezione che si presenti bene, con tanto di bigliettino scritto a mano!

“Ormai il servizio è disponibile in più di 70 città in Italia” – spiega Francesco Magro, CEO & Founder della startup – “Da Bolzano a Siracusa infatti, oggi è possibile ordinare le bevande con noi, con la particolarità che sono pronte da bere. Abbiamo anche qualche stuzzichino…ovviamente non siamo un food delivery, però siccome uno dei motivi per cui veniamo più utilizzati sono gli aperitivi in casa, ci impegniamo a portare qualcosina anche da sgranocchiare durante questi momenti”.  

 

Com’è nata la startup?

“Siamo partiti quasi per gioco” – racconta Francesco – “Insieme ad Andrea, una dei founder di Winelivery, una sera eravamo rimasti senza nulla da bere e, ai tempi dei nativi digitali, abbiamo provato a cercare su Google se ci fossero servizi di delivery legati alla vendita di bevande alcoliche, ma non abbiamo trovato nessuno (parliamo del 2014-2015). Da lì ci e ci siamo chiesti perché non farlo noi e così poi, a un certo punto, ci abbiamo veramente provato trasformando, tra l'altro, il mio salotto del tempo in una specie di magazzino”.

 

Quanto tempo è passato, dal momento in cui è nata l’idea di Winelivery, per essere effettivamente operativi?

“Da quando ci è venuta l'idea, in sei mesi, abbiamo provato a lanciare la startup" – racconta Francesco – "Il problema è che quando abbiamo lanciato non funzionava niente…dopo averci lavorato, naturalmente noi avevamo grandissime aspettative che, il giorno che avremmo aperto Winelivery, tutti avrebbero iniziato a ordinare da noi e così invece non è successo. È stata veramente dura all'inizio riuscire a farci conoscere e diffondere il marchio, ma alla fine siamo riusciti a far capire che Winelivery era un altro modo per guastarsi qualcosa di buono”.

 

 

Se ti è piaciuta quest’innovativa startup, visita il sito winelivery.com

Podcast

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su